Il Canto del Tempo
Installazione per la Festa di Scienza e Filosofia

IX FESTA SCIENZA E FILOSOFIA
Evocare il mondo – L’ esplorazione della realtà

Siamo lieti di invitarvi all’ INAUGURAZIONE di “EXPERIMENTA” (Corte di Palazzo Brunetti Candiotti) al cui interno troverete

“IL CANTO DEL TEMPO”

Installazione artistica ambientale a cura del Laboratorio Artistico
dell’ ISTITUTO COMPRENSIVO FOLIGNO 1 – Scuola Media “G. Piermarini”, realizzata con il contributo di:

TOMMASO RADI
LUCA GIACINTI
ALICE CICCIOLI
LEONARDO ORBI
EMMA CARNEVALI
MARTINI HOXHAJ
NICCOLÒ RADI
GIULIA CESARINI

con la partecipazione di CATERINA METELLI e VALENTINA DE ANGELI.

Il Tempo della Pace

VIII FESTA DI SCIENZA E FILOSOFIA
L’AVVENTURA DELL’UOMO
da quale passato verso quale futuro
27 Aprile 2018 ore 10:15
Corte del Palazzo Comunale
(Foligno – Piazza della Repubblica)

Contributo a cura del Laboratorio Artistico
della Scuola Media “G. Piermarini”
idealmente legato alla “CARTA DI SCIENCE FOR PEACE” della FONDAZIONE VERONESI
Presentazione a cura di
Daria Maslyuchenko, Marco Toro, Eleonora Sdei e Giacomo Bellillo

SORRIDI DONNA!
SORRIDI… ALLA VITA!
Festa della Donna 8 marzo 2018


Allestimento a cura del Laboratorio Artistico
della Scuola Secondaria di primo grado “Giuseppe Piermarini”
con il contributo di TOMMASO BEVILACQUA
autore del “Nudo di donna”
che rielabora in modo originale
l’opera Nudo in blu I (1952) di Henri Matisse.
La poesia “Sorridi donna…” è di Alda Merini.

“SEDIA D’ ARTISTA”
dedicata a tutte le DONNE della TERRA
realizzata da
CARLOTTA BURATTI e CASSANDRA NUCCI

ATEATRORAGAZZI! Spettacolo in inglese

Lunedì 5 febbraio 2018 i ragazzi del laboratorio teatrale della Scuola Media “G. Piermarini” hanno aderito al progetto di ATEATRORAGAZZI! Accompagnati dalla prof.ssa Oriana Ricci, si sono recati al teatro Spazio ZUT! di Foligno dove hanno assistito ad una matineè per le scuole dello spettacolo, in cartellone nella stagione teatrale, dal titolo R.OSA – 10 esercizi per nuovi virtuosismi (performance di danza dell’attrice Claudia Marsicano su coreografia di Silvia Gribaudi).

I ragazzi sono rimasti incantati dalla bravura dell’interprete, dai suoi virtuosismi e dalla carica di energia positiva che sprigionava, coinvolgendoli magicamente. Al termine l’interprete e la coreografa, insieme a Teresa Rospetti, curatrice degli incontri con le scuole partecipanti, e alla referente del progetto Roberta Rosati, hanno risposto a tutte le numerose e vivaci domande del giovane pubblico che ha dimostrato di cogliere il senso profondo dello spettacolo: un invito a rifiutare il concetto di difficoltà o di limite, per superarlo con leggerezza e ironia.